Simest è la società del Gruppo CDP che dal 1991 sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività.

Nell’ottica di supportare le PMI nel processo di trasformazione digitale, Simest ha recentemente esteso la scadenza per la presentazione delle domande per il finanziamento in ambito “Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale”. Il finanziamento si inserisce all’interno del perimetro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e si rivolge a soggetti che prevedono di realizzare investimenti nel campo della transizione digitale, sostenibilità e internazionalizzazione.

 

I requisiti per accedere al bando Simest

 

Questo finanziamento è rivolto a PMI con sede legale in Italia che rispettino i seguenti requisiti principali:

  • La società deve avere sede legale in Italia e deve essere una società di capitali da almeno due esercizi
  • La società deve aver depositato presso il Registro delle imprese almeno 2 bilanci d’esercizio
  • La società deve avere un fatturato estero medio degli ultimi due esercizi pari ad almeno il 20% del fatturato aziendale o il fatturato estero dev’essere almeno il 10% dell’ultimo bilancio depositato

Per gli altri requisiti si rimanda al bando Simest.

In particolare le spese legate alla transizione digitale devono rappresentare almeno il 50% del totale delle spese per il quale viene richiesto il finanziamento. Rientrano nella definizione di “spese per la transizione digitale” le seguenti voci:

  • Spese per l’integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali
  • Spese per la realizzazione e ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali
  • Spese per investimenti in attrezzature tecnologiche, programmi informativi e contenuti digitali
  • Spese per consulenze svolte in ambito digitale

È importante sottolineare che, come specificato nelle FAQ di Simest, sono ammesse al finanziamento le spese per consulenze legate alla digitalizzazione purché la finalità sia chiara nel contratto di servizio con indicazione del programma degli interventi, la durata e il corrispettivo.

Non sono però finanziabili le spese promozionali e/o spese per i social media.

Si intendono coperte tutte le spese sostenute a partire dalla data di ricezione dell’esito positivo della domanda da parte di Simest ed entro i successivi 24 mesi per i quali si possiede fattura o un documento valido fiscalmente.

Le spese si intendono sostenute al momento del pagamento effettuato con specifica indicazione della fattura di riferimento e del numero di CUP assegnato.

L’Intervento previsto da Simest prevede un importo massimo finanziabile pari al minore fra 300.000€ e il 25% dei ricavi medi degli ultimi due esercizi risultanti dai bilanci depositati.

L’Intervento prevede che una quota del finanziamento possa essere a fondo perduto nelle seguenti percentuali: 40% del totale massimo ammissibile per le società aventi sede nel Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia) e 25% per le società aventi sede nelle restanti regioni.

È importante sottolineare che si tratta di un finanziamento rientrante nel regime “de minimis” e la parte a fondo perduto rientra nel regime “Temporary Framework”.

Il finanziamento prevede un periodo di rimborso di 6 anni, di cui 2 di preammortamento, con pagamenti semestrali posticipati con quota capitale fissa. Il tasso agevolato applicato è pari al 10% del Tasso di riferimento UE.

L’erogazione del finanziamento avviene in due tranche: la prima quota pari al 50% dell’importo richiesto viene erogata entro 30 giorni dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive e il restante 50% sarà erogato in seguito alla rendicontazione finale delle spese effettivamente sostenute.

 

Il bando Simest e Vehnta: scopri le opportunità

 

Il bando Simest può essere un’ottima occasione per digitalizzare la tua azienda e investire in un progetto di internazionalizzazione. Trovare clienti all’estero tramite strumenti digitali può essere la strada per superare le ristrettezze del mercato interno che con le sue difficoltà non può garantire a tutti i player di centrare i propri obiettivi.

Vehnta può supportare concretamente la tua azienda nei processi di internazionalizzazione e transizione digitale, grazie a un team preparato e a strumenti e tecniche innovative. Come? Contattaci per maggiori informazioni o richiedi un appuntamento con un consulente Vehnta!